Telefono: 06 94015034 Email: info@studiofelli.com  Orari: Lun-Ven 10/13 - 15/18

Definizione e obiettivi del budget aziendale

10 Maggio 2022
Definizione e obiettivi del budget aziendale

Il budget è il risultato formale di un processo di pianificazione strategica espresso in termini quantitativi e funzionali, atto ad esprimere gli obiettivi da assegnare al management, a permettere l’analisi ed il controllo dei risultati programmati mediante la predisposizione di report periodici basati sull’analisi degli scostamenti.

Il budget è quindi uno strumento operativo di pianificazione e controllo dei processi aziendali a livello strategico e di coordinamento operativo tra i vari livelli organizzativi aziendali.

Il processo tecnico di creazione del budget è preceduto dalla fase, necessaria e fondamentale, di pianificazione strategica nella quale la direzione dell’impresa definisce gli obiettivi desiderati in base alla valutazione di tutti i fattori aziendali, sia esogeni che endogeni.

L’obiettivo del budget è quello di coordinare le azioni di ogni unità operativa aziendale con l’orientamento strategico dettato dalla direzione, in un processo previsionale analitico e coordinato nell’arco temporale di riferimento di un anno.

Gli obiettivi del budget non sono soltanto quelli di definire un obiettivo reddituale e di marginalità, ma anche quelli di:

  • esplicitare e formalizzare le strategie e gli obiettivi;
  • fornire espressione numerica a quanto fissato nel piano strategico, esplicitando quantitativamente e monetariamente gli obiettivi individuati dalla direzione;
  • valutare la coerenza, la congruità e la sostenibilità degli obiettivi individuati dal piano strategico;
  • analizzare il passato quale fonte di idee per gli esercizi successivi;
  • offrire una rappresentazione dettagliata dello sviluppo delle dinamiche aziendali;
  • monitorare l’andamento dei singoli valori espressi nei budget rispetto alle previsioni, sia per area operativa, sia per l’azienda nel suo complesso;
  • rendere possibile la risposta immediata agli imprevisti, mantenendo l’approccio critico allo scostamento;
  • responsabilizzare le risorse umane, affinché ogni individuo non solo conosca e condivida l’obiettivo, ma se ne assume la responsabilità;
  • consentire il flusso di informazioni tra le diverse aree dell’impresa e favorire il loro coordinamento;
  • adottare, da parte di tutti i singoli operatori all’interno dell’azienda, un approccio dinamico ed attento, volto a cogliere tempestivamente i segnali di criticità e ad evitare il ritardo nell’assunzione di decisioni;
  • valutare scenari alternativi;
  • osservare e comprendere le ragioni di successo ed insuccesso;
  • ridurre le inefficienze e gli errori.
budget aziendale

Un budget ben costruito deve possedere i seguenti requisiti:

  • considerare la gestione aziendale in modo completo;
  • permettere verifiche consuntive periodiche (mese, bimestre, trimestre) agevoli e tempestive;
  • consentire l’analisi differenziale sulle performance dei diversi centri di responsabilità;
  • contenere valori quantitativi e monetari agevolmente riscontrabili;
  • fornire un adeguato grado di analiticità;
  • favorire il suo adattamento alla dimensione aziendale e al settore economico di appartenenza.

Costo del lavoro

Tale componente, considerata fondamentalmente un costo fisso, in teoria potrebbe racchiudere una parte di elemento variabile, relativo agli straordinari legati alla produzione. In effetti, se si lavora di più, si produce di più ed il fatturato si incrementa.

Alleghiamo nel link di seguito con un esempio di quick budget planner in cui il costo del lavoro rappresenta una variabile preponderante soprattutto in una fase di avviamento dell’attività.

Per una consulenza dettagliata è sempre chiaro analizzare:

  • il settore merceologico
  • il tipo di attività
  • la compagine societaria
Vuoi ricevere i nostri articoli via email? Inserisci i tuoi dati qui di seguito
Leggi gli ultimi articoli
  • Bonus 200 euro una tantum: lo stato dell’arte

    Bonus 200 euro una tantum: lo stato dell’arte

  • I trend della funzione HR, tra evoluzione e rivoluzione

    I trend della funzione HR, tra evoluzione e rivoluzione

  • Temporary Management nelle PMI e opportunità del PNRR

    Temporary Management nelle PMI e opportunità del PNRR

  • 5 consigli per migliorare il Time Management

    5 consigli per migliorare il Time Management

  • Welfare aziendale: le conferme e le nuove tendenze

    Welfare aziendale: le conferme e le nuove tendenze

  • La pianificazione del rischio all’interno della realtà aziendale

    La pianificazione del rischio all’interno della realtà aziendale

  • Cambiare mentalità con il Performance Management

    Cambiare mentalità con il Performance Management

  • 5 priorità secondo i professionisti HR

    5 priorità secondo i professionisti HR

  • Decreto Aiuti: il contributo da 200 euro

    Decreto Aiuti: il contributo da 200 euro

  • Fiducia, flessibilità e digitalizzazione: buone pratiche delle PMI in crescita

    Fiducia, flessibilità e digitalizzazione: buone pratiche delle PMI in crescita

    Scarica gratuitamente il Modello F. i. c. O.
    per ottimizzare la gestione del personale.

    Studio Felli

    Da oltre 15 anni tuteliamo aziende ed imprenditori nella corretta ed equilibrata gestione dei rapporti di lavoro.

    Contatti

    Via Gregoriana 15, 00044 Frascati RM

    Telefono: 06 94015034

    Email: info@studiofelli.com

    Studio Roberto Felli | P.IVA 02348000601 | Via Gregoriana, 15 - 00044 Frascati (RM)